Il nostro viaggio in Giappone

Cari soci,
alcuni nostri soci insegnanti e operatori di shiatsu, appassionatisi all’insegnamento di Haruhiko Masunaga Sensei dopo aver frequentato i suoi seminari in Italia organizzati da Shiatsu Milano Editore, hanno voluto recarsi in Giappone a visitare il Centro Iokai di Tokyo.
Dato che Haruhiko tornerà in Italia nel 2018, perché quest’anno sarà ospite di altre scuole di shiatsu europee, Roberto Palasciano, operatore e insegnante shiatsu, oltre che direttore didattico della sede di Milano della Scuola Internazionale di Shiatsu Italia, e Paola Palasciano, operatrice shiatsu e infaticabile segretaria, hanno deciso di andare in trasferta per seguire gli insegnamenti del maestro.
Rassicurati anche dal diminuito rischio radiazioni nell’area di Tokyo, abbiamo coinvolto alcuni nostri soci insegnanti e assistenti volontari della nostra scuola di shiatsu che avevano espresso il desiderio di andare in Giappone, con la compagnia anche di qualche familiare in veste di turista.

viaggio-in-giapponeE così, il 28 marzo siamo partiti con destinazione Centro Iokai di Tokyo, il cui direttore Haruhiko Masunaga è stato lieto di accoglierci per approfondire lo shiatsu stile Iokai proprio come lo insegna ai suoi allievi giapponesi. Durante il corso di 26 ore abbiamo avuto la sorpresa della visita della signora Keiko Masunaga, moglie del grande maestro Shizuto, che ha continuato dopo gli anni ‘80 l’opera di diffusione dell’arte dello shiatsu, cara a suo marito.

Come saprete, la nostra scuola di shiatsu segue lo shiatsu con i meridiani del Centro Iokai di Tokyo, fondato negli anni ‘60 dal maestro Shizuto Masunaga. Nel corso tenuto presso il dojo Iokai abbiamo rivisto lo shiatsu generale, praticando con il ricevente nelle posizioni seduta, laterale, prona e supina. Grazie al numero ristretto di partecipanti, Haruhiko sensei ha praticato su tutti i componenti del gruppo facendoci sentire la qualità della sua pressione, controllando la corretta valutazione da parte nostra del kyo e jitsu dei meridiani e facendoci notare l’effetto della pressione in quella zona per alleviare determinati disturbi.

A seconda delle disponibilità dei partecipanti, terminato il corso qualcuno è tornato in Italia, altri invece hanno approfittato dell’occasione per restare in Giappone e visitare questo meraviglioso paese. Qualcuno è stato a Kyoto e Nara, altri si sono fatti incantare dalla bellezza del monte Fuji e due signore stanno ancora “girando”.

Hanno partecipato al viaggio i seguenti soci docenti, assistenti e volontari della Scuola Internazionale di Shiatsu Italia:
Paola Palasciano, operatrice shiatsu e organizzatrice del viaggio, le insegnanti della scuola Roberta Wurth e Rosi Carella, l’insegnante del corso stretching dei meridiani Susanna Roccio, la responsabile del volontariato e aspirante insegnante shiatsu Danila Franceschini, l’operatrice shiatsu e insegnante del corso Pratiche Antistress Maria di Nunno, il volontario e tutor per gli allievi della scuola shiatsu Alberto Baljak e il sottoscritto Roberto Palasciano, presidente del Centro del Benessere e direttore didattico della sede di Milano della Scuola Internazionale di Shiatsu Italia. Hanno partecipato al corso anche Marco Scorbatti, direttore didattico di un’altra scuola shiatsu, e la fisioterapista e operatrice shiatsu giapponese Meguni Ottani. Un grande abbraccio e un grazie alla nostra ex allieva e operatrice shiatsu Tsuia Yamada (in prima fila nella foto), nostra interprete durante il seminario.
Ringrazio i soci Valentina Pasqualini e i componenti del consiglio direttivo, Elena Barzaghi, Maria Rosa Aruanno ed Elena Lamperti, che ci hanno sostituito in segreteria e nell’organizzazione della nostra associazione, e naturalmente gli insegnanti delle altre discipline e i soci che hanno fatto fronte a qualche possibile disagio (vedi palle sgonfie per la ginnastica dolce e pilates)…

Pensiamo dopo il periodo pasquale di organizzare una serata per i componenti del gruppo, invitando anche i soci che lo desiderano: proietteremo alcune diapositive, parleremo della nostra esperienza giapponese e anche, perché no, di shiatsu.
Roberto Palasciano